L’anno da Capitale Europea della Cultura di Matera si apre con l’inaugurazione della mostra internazionale “Ars Excavandi”, al Museo Ridola della città dei Sassi. La mostra, curata dall’architetto Pietro Laureano, indaga sull’arte e le pratiche di scavo che hanno dato luogo ad architetture, civiltà e paesaggi rupestri attraverso i secoli. Rilegge da una prospettiva contemporanea la cultura dell’arte ipogea dal primo uso di cavità naturali e incisioni sulla roccia alla realizzazione di grotte, abitazioni, monumenti, opere idriche, città e paesaggi basati sullo scavo. Il percorso si articola tra il Museo Ridola e gli ipogei di Palazzo Lanfranchi e si apre all’intera cittadinanza, con un occhio rivolto in particolare ai bambini e ai ragazzi, per trasmettere loro la bellezza della storia e del passato.